In evidenza

First blog post

This is the post excerpt.

Annunci

This is your very first post. Click the Edit link to modify or delete it, or start a new post. If you like, use this post to tell readers why you started this blog and what you plan to do with it.

post

Un po’ di fresco in montagna

Prima che iniziano le grandi piogge , qualche giorno fa una giornata assolata ci fa uscire di casa ci dirigiamo verso Susa il tempo di fare colazione comprare le specialità del posto e poi Meana e dopo molti tornanti Madonna della Losa da lì si ammira un bel panorama le montagne della val Susa sembrano messe in fila una di fianco all’altra il rocciamelone la fa quasi da padrone . Ancora sei kilometri è siamo al frais 1500 metri di altitudine finalmente un po’ di fresco io né approfitto per leggere un quotidiano la mia dolce metà invece mi molla tutti i pesi è parte per una lunga passeggiata . Sono seduto su una panca di legna e quello che leggo mi fa socchiudere gli occhi penso che intorno a me non ci siano insetti mosche non né vedo è spero che almeno oggi le zanzare non mi pungono .Ecco una zanzara fa la sua apparizione leggendo il giornale ho messo gli occhialini come seduto su una poltrona di ospedale mentre l’infermiera cerca la vena giusta come se dovesse aspirarmi mezzo litro di sangue ; la zanzara ha avuto un attimo di indecisione è mi ha permesso di schiacciarla, certamente vedendola così grande anzi di più era enorme lo schiacciata ancora una volta finalmente le ali hanno finito di vibrare . Dico a me stesso quando arriva la moglie gli farò vedere che mostro era la zanzara quando poi mi accorgo di avere ancora gli occhialini li tolgo ecco non era poi così grande i capelli dritti per la paura i peli delle braccia dritti lo scampato pericolo mi guardo ancora il braccio un po’ di volte adesso sono rilassato non pensavo mai più che le zanzare potessero vivere così in alto

Un ricordo dei giochi di una volta

Mia figlia alle elementari , un compito a casa: descrivete i giochi dei vostri genitori. Be’ dopo con tanto affanno messo all’angolo dalle maestre ho descritto della mia infanzia . Giochi personali non esistevano o comunque sia in campagna che poi nella cittadina non ne avevo come anche i miei fratelli più grandi . C’erano i giochi di gruppo una pista disegnata su dei cumoli di sabbia con tappi di bottiglie oppure con delle biglie molti altri giochi venivano effettuati a scuola quello più importante quello della bandiera il maestro della nostra aula in alternanza al maestro dell’altra aula teneva in mano un grosso fazzoletto sventolando a mo’ di bandiera chi prima avvicinandosi lo prendeva e lo portava in questo caso alla propria squadra non c’era un solo vincitore ma tutti avevano la possibilità di esserlo . Mia figlia porto’ il compito a scuola la maestra non si convinse che io non avessi avuto un gioco tutto per me

Odori e profumi

La mia dove metà in arrivo la sua freschezza e in arrivo . Una settimana con la sua amica giusto per staccare la spina gite ( su Monti e valli d’oro ) stanche ma felici adesso il gradito ritorno verso casa . Mi sento di nuovo elettrizzante una spina staccata non è mai piacevole una luce nella vita di sempre non ti fa cadere una penombra dove non puoi vedere gli ostacoli ti fa stare in ansia una calda luce in arrivo colori mai visti sfumature da dipingere un quadro artisti si diventa quando un dolce pensiero ti inebria la mente

La ricerca ossessiva

Ancora una volta guardo una casa da comprare ma anche questa volta ci sono molte cose negative ma soprattutto una cosa che non sapevo di questo paese , qualcosa di nascosto lo scopro solo più tardi . Sconsolato vado verso la stazione il fascino del treno mi ha reso sempre positivo , seduto su una panchina attendo il passare del treno , un treno molto lungo arrivano molte persone ma non sono viaggiatori qualche striscione non mi accorgo cosa ci fosse scritto nel passare il treno a una andatura lenta c’è un disegno con delle palline ogni vagone né a uno penso sia di un circo in un attimo iniziano dei flash ma non c’è nessuno a fare foto anzi i flash arrivano dai vagoni mi sento un paziente ha fare i raggi , poi scopro e anche mi viene detto sono le scorie radioattive vengono portate fuori dall’Italia per renderle meno radioattive

La tranquillità del mare

Be in questi giorni trovare tranquillità al mare è quasi impossibile . Ma negli anni ho trovato un po’ di posti dove anche sé di agosto si può leggere un buon libro si può discorrere in quel caso mi sentirei San Francesco , già non vi ho detto la zona area cani . Volevo mettermi a loro pari fiducioso di avere una guida che mi coprisse di affetto è compressione io a mia volta rotolando fra le pietre correndo a perdifiato avrei portato la pallina indietro e poi di nuovo fino quasi ha perdere i sensi un biscottino per gratificazione . Io adesso sono supino attendo oltre ai raggi di sole qualcuno che mi faccia le coccole un cane vedendomi rilassato mette il suo muso sulla mia pancia una signora lo chiama si avvicina mi chiede scusa io a mia volta di rimando non si scusi si vede in simbiosi tanto bisognosi di affetto

Via maestra

Quando via satellite vorresti raggiungere una località o una via di solito ti viene semplificata la vita o comunque ti rende più facile cercare . Vedo la via che mi serve ma se metto l’omino per vedere i numeri civici la dà inesistente , allora dico io ma se si chiama Via maestra addirittura attraversa un centro abitato poi si va verso il bosco può passare un camion dei cantonieri di traverso , ma l’auto che mappa Via satellite non ne ha tenuto conto . Allora io che mi accingo ha partire quando arriverò un po’ di silenzio e d’obbligo non vorrei svegliare i paesani . Invece un movimento continuo di trattori una grande fonderia con un susseguirsi di camion di baccano ne fanno una chiesa nella via molte persone chiedo loro cosa ci sarà per la domenica mi rispondono c’è la processione stanno prendendo accordi per passare in via maestra , quindi una via molto importante

Aurora

La prima nipotina nascerà in dicembre un sole nasce da est un alba splendente prende vita un dono così grande può nascere solo per Natale Babbo Natale e la cicogna dovranno fare i straordinari com’è straordinario una nuova vita . Un alba splendente come il suo nome Aurora che la fine dell’anno porti nuovi auspici