Featured

First blog post

This is the post excerpt.

Advertisements

This is your very first post. Click the Edit link to modify or delete it, or start a new post. If you like, use this post to tell readers why you started this blog and what you plan to do with it.

post

Come comprare un auto

Un po’ di tempo fa quando ancora esisteva alcuni modi di contrattare con il venditore d’auto , c’era un po’ di margine è una super valutazione della casa . In quell’anno avevo puntato una Citroen auto molto comode . Siamo andati con tutta la famiglia in una concessionaria Citroen , almeno saliamo tutti e 4 così vediamo i spazi interni è il bagagliaio . Il primo impatto non è stato dei migliori la mia auto è stata valutata non molto , incominciamo ha vedere l’ultimo modello uscito un 7 posti un baule non molto capiente i sedili dietro una volta abbassati non facevano un piano unico , quindi non era per noi . Non c’è contrattazione non solo al contratto stipulato dovrei lasciare l’ auto è aspettare due mesi che arrivi l’auto nuova . A questo punto sconfitto sì ma ancora con la voglia di comprare stiamo vagando per la concessionaria , questa volta come in un mercato del suk , ogni volta che troviamo qualcosa di accettabile , inizia la contrattazione , siamo entrati alle 16 sono quasi le 18 non ne veniamo a capo . La mia dolce compagna mi dice: c’è una station wagon come la nostra ma più grande cosa ne dici , adesso dopo due ore che abbiamo visto più di sette auto siamo più cauti passo dopo passo ci avviciniamo ormai privi di energia il venditore ci apre l’auto la Citroen c5 station wagon , mi siedo alla guida è poi di fianco , il venditore questa volta alla guida mi spiega un po’ di cose , l’auto ha le sospensioni elettroniche in manuale con due pulsanti è automatiche , è quando l’auto si ferma il davanti si abbassa ho quando si frena da fermo l’auto si abbassa fa per frenare è l’auto si abbassa a farlo ha un po’ di timore . Il baule si abbassa per permetterti di caricare si rimette in assetto appena abbassato il baule sia in automatico sia in manuale . Adesso con il venditore siamo in 5 molto comoda ogni volta che scende qualcuno si stabilizza , io che vado ha pescare in posti dove ci vuole un fuoristrada è l’ideale , faccio tiro a segno è i poligoni sono situati in mezzo alla campagna , è poi come auto per la famiglia per andare in ferie tutti assieme va benissimo . Sono quasi le 19 ci sediamo in ufficio questa volta c’era il capo della concessionaria stiamo ancora mercanteggiando ecco finalmente c’è la svolta l’auto l’avrei presa a benzina è guarda caso sul benzina una supervalutazione a questo punto firmiamo.

La corsa ai regali di Natale

Sembra quasi inverosimile eppure è vero siamo alla fine di settembre , ci sono persone nei centri commerciali con occhi luccicanti i loro nasi sfiorano le vetrine , non so se l’oro e le pietre preziose mandano odore ma sembrerebbe di sì . Da parte mia quando tengo a freno la fantasia , un regalo molto semplice è sullo zodiaco poi quando conosco bene la persona che lo deve ricevere mi sbizzarrisco . La cosa che non mi fa pensare è non mi piace per niente , quando sono insieme alla famiglia , qualcuno di loro mi dice: guarda quella cosa mi piacerebbe ricevere per Natale , è io sicuro un regalo è già bello e pronto . Naturalmente io ho bisogno di fare regali meno costosi è più d’effetto una maglietta una felpa dove poter scrivere dei sentimenti Delle poesie parole in libertà parole che raccontano la loro storia è di quella che sarà in futuro

Una memoria d’elefante

Adesso sì la memoria mi fa difetto , non solo quando vado per le strade sia in auto che con la bici da passeggio , se non guardo più di una volta l’indicazione potrei perdermi . Così la mente la posso tenere occupata in pensieri felici a volte sorrido ; se sono fermo rispondo al telefono , sorrido un po’ meno , chi è al telefono mi dice: perché non sei a casa , lo sai che non puoi andare in giro da solo , l’ultima volta te lo ricordi ? non prendeva nemmeno il telefono . Bè a dir la verità ero ha pescare in un posto nuovo sotto un viadotto mi ha sorpreso il temporale il telefono dimenticato in auto . Un po’ di tempo fa riuscivo ha ricordarmi Delle persone il loro viso i posti dove ero stato anche se ero passato una sola volta , dopo 20 o 30 anni forse non ricordavo più i loro nomi , ma c’era stata condivisione questa per me è una parola nuova , solo da un anno so cosa voglia dire . Ho parlato con molte persone sempre alla ricerca di informazioni è questo mi ha portato ad avere una memoria d’elefante

La trebbiatrice è la pressa

La prima volta che mi ricordo ero in compagnia di mia nonna i miei genitori come altri del villaggio erano ha raccogliere il grano nei campi , legati in fascine formavano dei Govoni nell’attesa dei carri . Io con mia nonna eravamo a debita distanza non per il rumore ma per la polvere una trebbiatrice in azione e poi una pressa raccoglieva la paglia e le trasformava in balle di paglia . Due balle di paglia venivano usate per il forno , il forno veniva usato da tutto il villaggio specialmente quando veniva prodotto il pane pugliese . Questa volta invece cambiava solo una festa tutte le sere fino a che la trebbiatrice aveva da lavorare . Si incominciava con della focaccia è quando il forno era abbastanza caldo delle teglie preparate in precedenza delle pizze col pomodoro è origano è per i bevitori pizze con le cipolle è con i friggitelli peperoni caratteristici del meridione , era bello vedere tutte quelle persone tutte insieme

Al mare con la Fiat 500 famigliare

Ci portava mio zio tanto tempo fa eravamo in quattro io mio fratello mio cugino e mio zio , prima di partire per il mare nella località Siponto provincia di Foggia ci siamo preparati il necessario oltre ai panini una bottiglia di vino una bottiglia d’acqua degli asciugamani mio zio si portava il sapone quello per il bucato . Nessuno di noi sapeva nuotare ma non era necessario, arriviamo al mare non molto pulito entriamo nell’acqua , bisognava fare una quarantina di metri per non toccare più terra dopo un po’ vado a riva adesso guardo mio zio con l’acqua alle spalle incomincia con il sapone ha lavarsi . Guardo di fianco a lui non molto lontano altri con saponi più piccoli lo stesso .Allora non tutti avevano vasche da bagno ho doccie è poi lavarsi al mare con tutta quell’acqua ha disposizione , le barche al mattino presto avevano lanciato le reti era quasi le 10 era il momento di raccogliere qualcuno si è messo ha disposizione per dare una mano è trascinare le reti a riva la curiosità di vedere tutto quel pescato , un anguilla è una ventina di triglie una mattinata di pesca per riempire una mezza cassetta . Adesso è ora di mangiare un panino una pineta lì vicino fa da ombra ma anche le zanzare avevano le stesse intenzioni . Una frugale colazione poi riprendiamo l’auto ci dirigiamo verso Manfredonia , prima passiamo dal benzinaio mio zio si rivolge al gestore ( bell’omo) 2200 lire di benzina super e 2000 lire di benzina normale , come mai l’avesse chiamato così sembrava un mistero , non era così bello , in Puglia signore veniva chiamato così . Siamo al mercato del pesce di Manfredonia prendiamo due kilogrammi di cozze da cucinare poi dopo è quattro cannolicchi da mangiare lì sul posto .

Il pacchetto di sigarette

Tanto tempo fa quando tra ragazzi della stessa età , uno di loro aveva una sigaretta accesa tra le dita , era considerato già grande è in grado di prevalere , su altri ragazzi , è lui solo sapeva cosa voleva dire vivere. Solo famiglie dove vigevano norme severe verso i vizi si poteva considerare le sigarette qualcosa di riprovevole . Quando ho iniziato ha lavorare , tra lavori nuovi di produzione è ricambi , ha volte ci capitava dei lavori di riparazione . Un cannello acceso scaldava la lamiera piegata , una battitura con appositi martelli faceva ritornare allo stato originale la lamiera , il fumo prodotto intasava l’officina , eppure su dieci operai solo io è una persona anziana non fumavamo . Ho scoperto negli anni quando inizi ha fumare la nicotina non ti permette più di smettere . A volte quando vado dal tabaccaio per una schedina noto sul pacchetto di sigarette delle foto raffigurante persone all’ultimo stadio della propria vita scene con sigarette accese da persone pronte ha morire . Chi prima di me ne compra due pacchetti , dopo aver pagato se ne va via tutto contento , si vede che la morte ha preso il sopravvento su di lui

Il primo impatto con la pesca a mosca

Dopo 25 anni che pescavo molte tecniche di pesca le ho imparate poco per volta ,non ho più pensato alla pesca fortunata da parte di qualche pescatore . Le esche appropriate per quel periodo le ore di pesca migliori il tempo nuvoloso pronto per la pioggia è l’ora della pesca miracolosa e quant’altro . Ho comprato un libro il titolo come pescare a mosca c’era spiegato tutto , il modo di pescare andava oltre le mie nozioni di pesca fino a quel momento , ho lasciare perdere oppure come poi ho fatto , presi carta e penna ( di solito per acquisti importanti prendo prima nota e poi se il caso compro ) incomincio ha segnare la lunghezza della canna la coda di topo il mulinello le mosche artificiali sembrava di aver annotato tutto . Andavo pieno di speranza per acquistare tutto l’occorrente c’era solo un negozio in città con l’insegna pesca a mosca , mi decisi ed entrai , in quel momento era un giorno della settimana c’ero solo io già questo mi doveva fermare , incomincio ha chiedere la canna da pesca io avevo optato per la via di mezzo , siccome c’è ne sono di tre tipi di lunghezza così non sbaglio. C’erano due persone alla cassa , uno di questi l’allenatore , un allenatore? ha cosa serviva , incomincia ha parlare è dice: noi ai nuovi pescatori a mosca diamo un opportunità , per imparare ha pescare a mosca facciamo tre allenamenti alla settimana come usare la canna è poi una scuola come costruire le mosche artificiali ; ancora una mezz’ora di parole avrebbero tramortito un toro , finalmente prendo la parola una canna da pesca quanto costa il costo in euro 250 il mulinello e la coda di topo che è il filo che ti permette con il suo peso il lancio della mosca , faceva un totale di 325 euro se pescavo in tre diversi posti come torrente fiume o lago avrei dovuto comprare tutte e tre le canne di diverse lunghezze . Nel negozio avevano Delle sedie , mi siedo c’era poco da studiare il costo con esche è altro superano di molto i 1000 euro , mi alzo piano piano dalla sedia sono ancora stordito adesso finalmente in piedi , vorrei uscire velocemente , ma nella mia vita mi hanno insegnato la gentilezza , esito un attimo è poi dico ci devo pensare per l’acquisto saluto con un sorriso . Appena uscito dal negozio incomincio ha camminare velocemente è poi una corsa a perdifiato mi guardo indietro ( il pericolo è passato )